VALORANT: Come nasce il design dei modelli Fiammantica?

Scopriamo come nasce, negli studi Riot, l’idea di realizzare un set di modelli per l’arsenale di gioco di VALORANT così ambizioso e rivoluzionario come quello Fiammantica.

La serie di modelli “Drago” nasce nel lontano 2015 quando non si aveva ancora nessuna idea sull’arsenale di base e di come sarebbe stato nel futuro VALORANT stesso.

Con questa linea si voleva portare la novità, qualcosa che sconvolgesse il concetto di aspetto di base portando i giocatori a pilotare delle creature viventi.

I primi problemi nacquero dalla poca preparazione del gioco. Nel 2018 non era stato nemmeno definito lo stile dei modelli base di VALORANT e né come sarebbero stati in gioco quindi l’idea di creare dei modelli Drago sembrava irrealizzabile.

Nel 2019, quando le idee per il gioco erano già concrete, dei modelli Drago sembravano più realizzabili ed in seguito a confronti con giocatori in tutto il mondo e un’approvazione tra i membri del team si passò alla realizzazione.

Ispirandosi al folklore ed al concetto di Drago i pilastri su cui si dovevano base erano quattro: Cupo, Vitale, Fedele e Letale.
Il set Drago doveva lasciar trapelare potenza e aggressività, più vicino al Trono di Spade piuttosto che a Dragon Trainer.

Anche attraverso il nome, Fiammantica, e all’illustrazione presente nella player card si voleva far notare di come Fiammantica sia un titano e non solo un piccolo drago da tenere in mano.

Dopo 10 lunghi mesi di dedizione e lavoro, mentre nel frattempo si stavano realizzando altri modelli e soprattutto il gioco, vede la luce oggi il set Fiammantica che rivoluziona il concetto di modelli per armi dando personalità e unicità, insomma un’anima, alle armi che ogni giocatore tiene in mano durante le sue partite!

sekabet -
slotbar giriş yap
- cratosslot -

kolaybet giriş adresi

- youwin - dumanbet - cratosslot giriş

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.