CoronaVirus, Riot e Blizzard corrono ai ripari!

Come già sappiamo, il virus Covid-19, tema scottante dell’ultimo periodo, non sembra arrestarsi. Per evitare la diffusione esponenziale di questa epidemia le Istituzioni di tutto il mondo si stanno muovendo per contenere il più possibile il contagio.
Anche il settore dell’Esports risente di queste limitazioni e obbliga la Riot e la Blizzard ad un piano B.

League of Legends

Nel mondo di League of Legends, Riot Games si era già mossa settimane fa sospendendo gli LPL (Lega Professionistica Cinese) sin dalle fasi iniziali della diffusione e posticipando il proseguimento del campionato, che si è fermato alla terza giornata, probabilmente a Maggio, periodo in cui si pensa di esser riusciti a debellare il virus.

Riot Games ha recentemente annunciato i propri piani per il
2020 League of Legends Mid-Season Invitational.
Attraverso il tweet sotto riportato, il direttore a capo della gestione globale dell’esport di LOL John Needham, ha comunicato come ci siano ancora molte cose da delineare prima di annunciare data e location di MSI 2020 e di come sia per loro di primaria importanza la salute di player e fan.

Ringraziando per la pazienza, Needham, ci invita ad attendere nuovi aggiornamenti.

Overwatch

Anche il settore competitivo del gioco di Blizzard risente del virus.
Per evitare di mettere a rischio di contagio giocatori e staff, sono state spostate in Corea del Sud, a Seoul più precisamente, le 4 tappe della Overwatch League che si sarebbero dovuto disputare in Cina, per poi essere annullate definitivamente in seguito all’esplosione di un nuovo focolaio nella città coreana, rimandando il tutto a data da destinarsi.

Al momento, quindi, il campionato procede in maniera scoordinata, con alcune squadre alla quarta giornata ed altre che non sono ancora scese in campo.

HearthStone

Duro colpo anche per il Master Tour 2020 di HearthStone. L’edizione di quest’anno che si sarebbe dovuta tenere in Indonesia, per motivi di sicurezza e precauzione, è stata spostata a Los Angeles in California.

Disagio economico per Blizzard costretta a rimborsare 250 dollari più le spese aeree aggiuntive ai giocatori.

Il tutto si terrà quindi negli NGE Studios dal 20 al 22 marzo.
Nessun cambiamento, invece, dal punto di vista del formato e del montepremi che rimane fissato a 250.000 dollari.

Non dimenticate di seguirci sui nostri social per rimanere sempre aggiornati sui vostri titoli preferiti!

CS Italia sbarca su Telegram! Iscriviti al nostro canale per rimanere sempre aggiornato sulle notizie del mondo dell’Esport!


sekabet