Written by | Esport, Home, Legends of Runeterra, videogame

Duellanti, finalmente ci siamo. A due giorni dall’uscita di “Chiamata della Montagna”, Riot Games ha rivelato quello che presumibilmente sarà l’ultimo nuovo campione della nuova espansione di Legends of Runeterra: Aurelion Sol!

Ecco il tweet che annuncia l’avvento del dragone cosmico:

E c’è molto, moltissimo di cui parlare.

Aurelion Sol segue il reveal della parola chiave Invocare, che consente al giocatore di selezionare una carta (tra tre proposte randomicamente) da aggiungere alla propria mano; le carte che è possibile aggiungere tramite questa parola chiave appartengono all’archetipo Celestiale, e non possono essere inserite normalmente nel proprio deck (l’unico modo per giocarle è dunque ottenerle tramite la keyword).

Come ulteriore novità, Aurelion Sol introduce anche un nuovo archetipo al gioco, quello Drago. Tutte le carte di questo archetipo ad ora rivelate sono anche caratterizzate da una nuova parola chiave, Furia, che fornisce un bonus permanente di +1|+1 all’unità che la possiede quando questa elimina un nemico in combattimento.

Detto ciò, parliamo di Aurelion Sol.

Aurelion Sol è un campione 10|10, 10 Mana caratterizzato dalle parole chiave Furia e Scudo Magico. Quando viene evocato, Invoca una carta Celestiale dal costo di 7+ Mana, e all’inizio di ogni round crea in mano una ulteriore carta Celestiale. Quando evolve, il costo delle nostre carte Celestiali scende a 0 Mana finché è in campo.

…Alla faccia.

Rivelata insieme ad Aurelion Sol è la sua carta associata, I Cieli Discendono. Incantesimo Lento dal costo base di 15 Mana, abbassa il proprio costo di 2 per ogni Drago o unità Celestiale che controlliamo. L’effetto? Infliggere 15 Danni a tutti i nemici.

Alla faccia. Di nuovo.

Ma Aurelion Sol non è l’unica novità in questo reveal; dobbiamo infatti parlare dei Draghi, le nuove unità appunto annunciate subito dopo le carte Celestiali in queste ultime 24 ore.

Riot Games ha infatti introdotto i nostri nuovi amici dai denti aguzzi con questo tweet, che ha preceduto il reveal di Aurelion Sol:

La prima carta ad essere introdotta è l’Araldo dei Draghi, 1|1, 2 Mana che riduce il costo dei nostri draghi di 1. Segue il primo Drago, il Protettore Fiammabianca, 4|4, 4 Mana con Furia. Abbiamo poi il Fused Firebrand, 5|5, 5 Mana con Furia e Scudo Magico e il Drago Stridente, 4|5, 5 Mana con Furia e Duellante. Ultimo ma non meno importante è l’incantesimo Dragon’s Clutch, Raffica dal costo di 3 Mana che consente di scegliere tra il pescare 2 Draghi diversi o fornire un bonus di +1|+1 ai Draghi alleati.

Ma non è finita qui. Assieme ad Aurelion Sol sono state introdotte altre carte, tra cui altri due draghi!

Parliamo infatti di The Infinite Mindsplitter, Drago 8|8, 8 Mana con Furia che consente di selezionare due unità nemiche quando viene evocato e di stordirle all’inizio di ogni turno e di Inviolus Vox, Drago 5|6, 6 Mana che crea un Drago qualsiasi in mano ogni volta che un alleato con Furia uccide un nemico per la prima volta in un turno.

A concludere il reveal sono due incantesimi parecchio interessanti, entrambi di velocità Raffica: si tratta di Stellaformare, 5 Mana che Invoca una carta Celestiale dal costo di 7+ Mana e curare un alleato o il proprio nexus di 5 e di Sigillo del Messaggero, 1 Mana che mischia 5 Messaggeri nel proprio deck.

Ecco il tweet che riassume tutte le carte rivelate oggi:

…Abbiamo finito? Sembrerebbe di sì.

Ci aspettano altri reveal? Chi lo sa! Restate insieme a noi per scoprirlo, alla prossima!

Ti sei perso le carte della nuova espansione di Legends of Runeterra: “Chiamata della Montagna”? scoprile QUI!

Non dimenticate di seguirci sui nostri social per rimanere sempre aggiornati sui vostri titoli preferiti!

Last modified: Agosto 24, 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.