Written by | Esport, Home, Valorant, videogame

A pochi giorni dalla fine dell’Atto I di VALORANT, che avrà termine il 4 Agosto 2020, Riot Games decide di rivelare alcuni dettagli riguardo le modifiche che apporteranno al sistema di Competitive nel prossimo Atto.

A detta di Riot il sistema attuale è un po’ troppo sensibile alle prestazioni sul breve periodo, si punta infatti a creare per il prossimo Atto un sistema classificato che incoraggi la crescita nel corso del tempo e rimuovendo la paura di perdere un grado particolarmente elevato poco dopo averlo raggiunto.

Alla conclusione di un Atto le informazioni essenziali che verranno prese in considerazione dal sistema saranno le migliori 9 vittorie classificate dell’Atto e quante vittorie si sono ottenute nello stesso.

In dettaglio:

  • Il grado di matchmaking rifletterà sempre l’abilità attuale
  • Verranno introdotti i gradi Atto, che tengono traccia della “abilità dimostrata”, la vittoria al grado più alto e il numero di vittorie competitive ottenute durante l’Atto
  • Alla fine dell’Atto, il grado Atto verrà conservato come uno stemma sulla carta giocatore nelle partite competitive (e nella cronologia della carriera)
  • La “abilità dimostrata” è rappresentata dalla nona migliore vittoria competitiva dell’Atto, per dimostrare che si è stati effettivamente in grado di vincere a quel livello
  • La vittoria competitiva più alta si spiega da sola: è la vittoria competitiva più alta che si è ottenuto nell’Atto (la punta del triangolo)
  • Il bordo del grado Atto è il bordo del triangolo, che si evolve in base al numero di vittorie competitive ottenute nell’Atto
  • Si potranno anche visualizzare le informazioni sui gradi Atto precedenti nella scheda Carriera

Giocando, il grado Atto si riempie di triangoli più piccoli. Ogni triangolo rappresenta il grado di partenza delle partite competitive vinte nel corso dell’Atto.

I progressi sono costantemente visualizzabili nella pagina Carriera.

Le vittorie a gradi più elevati rimpiazzano quelle ai gradi inferiori per mostrare le migliori partite competitive giocate.

Ogni volta che si raggiungono le seguente soglie di vittorie anche il bordo cambia: 9, 25, 50, 75 e 100 vittorie.

Dall’Atto II sarà possibile visualizzare anche la cronologia partite, il grado attuale e il progresso generale nel grado Atto degli amici.

Anche se tutto l’andamento delle partite classificate sarà mostrato nella scheda Carriera, lo stemma del grado Atto e l’abilità dimostrata accompagnerà la carta giocatore durante le partite competitive dell’Atto III (si è scelto di non assegnarne uno per l’Atto che si sta per concludere per far sapere a tutti il funzionamento di questo sistema prima di metterlo in bella mostra)

Alla fine di ogni Atto di VALORANT:

  • Il grado Atto precedente verrà salvato e immortalato nella scheda Carriera
    • I dati delle competitive dell’Atto I verranno salvati
  •  Si verrà reinseriti in una coda di piazzamento abbreviato
    • Serviranno 3 partite per mostrare il grado di matchmaking, invece delle 5 iniziali
    • Questi piazzamenti saranno più rapidi perché faranno riferimento al MMR dell’Atto precedente, in modo da poter valutare velocemente l’abilità nell’Atto in corso
  • Il grado sarà determinato in base a un piazzamento cautelativo, pensato per permettere di competere adeguatamente a quel livello di abilità (o superiore)
    • In genere, il grado partita sarà un paio di livelli sotto rispetto alla posizione nell’Atto precedente, ma verrà spostato maggiormente il peso sulle prestazioni individuali nelle prime partite per consentire di migliorare velocemente il grado di matchmaking se si gioca bene e si vince
  • Le partite di piazzamento non contano per l’ottenimento del grado Atto

Non dimenticate di seguirci sui nostri social per rimanere sempre aggiornati sui vostri titoli preferiti!

Last modified: Luglio 28, 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.