Arrivati nerf pesantissimi su Hearthstone

Written by | Cultura Gaming, Hearthstone, Home

Probabilmente servono a bilanciare il Wild futuro più che lo Standard.

Nell’articolo trovate i testi in inglese, qui un riassunto.


1 Bonemare, il cavallo che buffa, costerà 8 e non più 7. Sbilancia relativamente poco. Probabilmente sarà ancora giocato in monocopia nel Tempo Rogue, che perde un turno 7 comodo dopo il tuorno 6 in cui di solito swinga di pianta.

2 I Corridor Creeper diventano 800 dust da investire in altre epiche. La carta rimane interessante per in alcune lineup ma perde parecchi tier ed in generale non riesco a vedere più un meta in cui giocarci il mazzo attorno come prima.

3 Patches perde carica. Qui il vero dubbio è se disincantare oppure no. In assenza di sfere di cristallo, il mio consiglio è di si. I giocatori con poche carte, che si concentreranno sullo Standard, devono tenere in conto che questa è una carta che a breve uscirà dalla rotazione. I giocatori anziani possono puntare a giocare altri mazzi.

4 Raza non porta il potere eroe a 0, ma a 1. Questo è molto pesante sul mazzo più competitivo del torneo, il Razakus. Anche questo mazzo sente la pressione della rotazione. Il motivo per non disincantare Raza è se si punta a giocare Reno Priest in Wild, dove rimane un asset eccezionale anche col nerf.

5 NON SONO ARRIVATI NERF SUL WARLOCK, che sale automaticamente al TierS.

Occhi puntati anche sulle prestazioni future di:

Tempo Rogue: il nerf su cavallo e vermi è ampiamente compensato dai nerf ai suoi diretti avversari. Il Rogue è una classe raffinata ma flessibile che dovrà solo modulare la sua lineup per fronteggiare meglio il Cubelock, magari con doppio Sap o doppio Silence.

Mago: Sia la versione Rune Tempo che le varie incarnazioni Control sono competitive. Contro Cubelock è abbastanza skill intensive soprattutto per la possibilità del Warlock di baitare le rune.

Druido, Sciamano, Cacciatore: Io credo che l’aggro ne perda parecchio e tornerà un mazzo legnosetto. Sciamano e Cacciatore potrebbero essere le scelte logiche per sostituirlo perché hanno un bell’early ed un bel mid game tempo.
Il control era un po’ il counter del Razakus ma rimane solido t1.

Guerriero: Classe in grande sofferenza. Mon ci sono ancora grosse motivazioni per giocare un Guerriero Control quando c’è il Druido. L’aggro perde addirittura Patches.

Paladino: Una classe tanto flessibile che becca nerf su nerf. Il Midrange (Murloc), probabilmente oggi la sua migliore incarnazione, rimane un tier2 interessante che soffriva tantissimo i Sacerdoti e che soffre ancora gli Stregoni ed i Maghi, ma che, al netto di questo, rimane solida contro Druidi e Ladri.

Articolo di Giulio Giacomo Cantone

Last modified: febbraio 2, 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *